Mazzetta all’Ufficio Scolastico di Salerno, il funzionario va ai domiciliari

Concessi i domiciliari al funzionario 57enne dell’Ufficio Scolastico Regionale di Salerno, arrestato dalla Polizia nei giorni scorsi subito dopo aver chiesto ed ottenuto mille euro, per “accelerare la pratica”,  da un’insegnante che aveva fatto domanda di pensionamento.

Nel corso dell’interrogatorio di garanzia, l’uomo ha ammesso la sua colpevolezza dichiarando che i soldi “erano per lui” e dimostrando profonda “vergogna e schifezza per quanto commesso”.

Rispondendo alle domande del giudice, ha chiarito che “è stata la prima volta” e che dunque non aveva mai fatto prima una cosa del genere.

Subito dopo il 57enne è stato condotto ai domiciliari nella sua abitazione di Castelcivita.

Lascia un Commento