Massimo Cariello sotto protezione dopo l’incendio della sua auto

Si chiama “vigilanza dinamica” e non è una vera scorta ma una protezione quella assegnata al primo cittadino di Eboli, Massimo Cariello, al centro di quello che ormai è chiaramente individuato come un atto intimidatorio, ovvero l’incendio che ha distrutto la sua vettura la scorsa settimana.
Si tratta di una forma di tutela a distanza ritenuta necessaria per evitare ulteriori azioni nei confronti del primo cittadino.
Le indagini continuano anche se, a quanto pare, dalle telecamere di videosorveglianza nella zona, non sarebbero emerse novità interessanti.

Lascia un Commento