Massimiliano Voza, sindaco di Santomenna, espulso per motivi di sicurezza dalla Turchia. Il suo racconto

Massimiliano Voza sindaco di Santomenna (SA) in Siria

48 ore chiuso in una cella a Istanbul con 14 persone, perchè ritenuto “pericoloso per la sicurezza” e poi espulso.
Lo ha raccontato il sindaco di Santomenna, Massimiliano Voza, uno dei primi cittadini a sostenere le iniziative per il popolo curdo.
Voza, 44 anni, cardiochirurgo, impegnato da anni in operazioni umanitarie in medio Oriente, era diretto a Dyarbakir in Kurdistan, invitato come osservatore internazionale al “capodanno curdo”.

In aeroporto è stato bloccato dalla polizia che non gli ha concesso neanche di contattare l’Ambasciata Italiana. Gli è stato sequestrato tutto il bagaglio, compresi i cellulari e la fascia tricolore (simbolo dello Stato Italiano).

Massimiliano Voza ha voluto raccontare i particolari della sua disavventura a noi di Radio Alfa.

Ascolta l’intervista realizzata da Ersilia Gillio
Intervista Massimiliano Voza su espulsione Turchia

Lascia un Commento