Marco Scelza con ‘Un calcio alla Sla’ ieri a Salvitelle. Ecco la sua storia (AUDIO)

Serata all'insegna dell'emozione quella di ieri a Salvitelle. L’intera comunità infatti ha incontrato e ascoltato la testimonianza di Marco Scelza, 55 enne del posto emigrato a Torino per motivi di lavoro, al quale 19 anni fa è stata diagnosticata la Sla, sclerosi laterale amiotrofica.

La giornalista Gabriella Serravalle ha raccolto la testimonianza di vita di Marco Scelza (raccontata da lui in forma epistolare) in un libro dal titolo “Un calcio alla Sla” pubblicato nel 2013

Marco ogni giorno rinnova il suo “si” alla vita, esce di casa accompagnato da sua moglie Carmela che divide con lui ogni attimo della sua vita. Riesce a comunicare grazie ad un comunicatore istallato sulla sua carrozzina e simpaticamente è solito ripetere “Le statistiche dicono ahimè, che gli ammalati di Sla che non usano il comunicatore, muoiono prima. Dunque usatelo, stupidini”. 

Con la band dei Nomadi è stato realizzato un video che vuole diventare un messaggio forte sull’importanza della ricerca e della raccolta dei fondi

 

Lucia Giallorenzo ha raccolto la testimonianza di Carmela Di Gioia, moglie di Marco

Riascoltala QUI

Marco Scelza

Lascia un Commento