Mamma rapisce figlio neonato dall’ospedale, trovati nei pressi della casa del fratello

Mamma e bambino sono stati trovati in un casolare abbandonato nei pressi della casa del fratello della donna. Erano insieme al compagno della donna che l’aveva aiutata a fuggire.

Si risolve nel migliore dei modi il giallo di quanto accaduto ieri sera. La donna di origini polacche di 33 anni, residente a Giffoni Valle Piana. eludendo la sorveglianza interna, aveva prelevato il proprio bambino dalla Neonatologia del Ruggi dove era autorizzata ad entrare per allattare il piccolo e poi ha fatto  perdere le proprie tracce.

Quando la donna ha partorito, il 28 marzo scorso, è apparsa in un evidente stato di ebbrezza alcolica, condizione che ha fatto scattare la segnalazione al Tribunale dei Minorenni di Salerno che ha disposto il divieto per la 33enne di portare a casa il bimbo, consentendole solo di allattarlo in attesa di ulteriori indicazioni.

Una decisione presa anche in considerazione della delicata situazione familiare della 33enne già madre di altri due bambini, uno affidato a una famiglia di salerno e una bimba di 6 anni che vive con lo zio. Le immagini di videosorveglianza hanno immortalato la donna mentre si allontanava velocemente verso la metropolitana accompagnata da un uomo.

Nel pomeriggio la vicenda si è conclusa nel migliore dei modi

Lascia un Commento