Maltrattamenti in una casa di cura salernitana, 18 persone nei guai

Maltrattamenti continuati aggravati nei confronti di anziani e minorati psichici.

Di queste accuse devono rispondere 18 persone, fra cui il direttore 28ene e gli operatori della casa alloggio per anziani e comunità tutelare “Hotel Stella”, con sede ad Acerno.

L’operazione denominata “Bad House” ha portato all’emissione di misure cautelari interdittive eseguite dai carabinieri della Compagnia di Battipaglia che hanno indagato per circa 4 mesi, con il coordinamento della Procura di Salerno. Grazie alle intercettazioni audio e video i militari hanno accertato che i maltrattamenti consistevano in offese morali ma anche fisiche attraverso schiaffoni, calci, spintoni e lanci di oggetti vari contro gli ospiti della casa di cura.

Inoltre a loro non veniva consentito di muoversi liberamente nella struttura e nemmeno di comunicare con i propri parenti.

Gli indagati non potranno esercitare per un anno l’attività imprenditoriale di gestore di comunità tutelare per persone non autosufficienti e la professione di operatore socio-sanitario. 

Lascia un Commento