MALTEMPO – Famiglie evacuate nell’Agro nocerino, una è rimasta isolata a Corbara

Sant’Egidio del Monte Albino e Corbara, sono i centri più colpiti dall’ultima ondata di maltempo e in particolare, in località Acqua Pendente, a Corbara, è rimasta isolata una famiglia a seguito dello smottamento del muro di contenimento. La casa si trova sulla sponda di un torrente: vigili del fuoco e volontari di protezione civile hanno fatto defluire l’acqua per consentire l’evacuazione temporanea della famiglia che, successivamente, ha potuto far rientro nell’abitazione.
Momenti di tensione si sono avuti in mattinata anche sulla strada provinciale di Corbara, dove c’è stato un fenomeno di “erosione concentrata” di una scarpata che ha coinvolto un contenitore del gas della capacità di oltre mille litri e ha bloccato l’arteria. I vigili del fuoco sono riusciti a trasportare il contenitore. Sono previsti ulteriori sopralluoghi per verificare la causa del fenomeno ed eventuali ulteriori rischi.
Tecnici di protezione civile hanno poi effettuato le verifiche della tenuta degli argini lungo i canali Solofrana e Rio Sguazzatoio, affluenti del Sarno. Sopralluoghi anche a San Marzano sul Sarno.

Allagamenti sono stati causati dal torrente Solofrana che ha rotto gli argini in via Vasca Pignataro, a Pagani, invadendo i campi e le abitazioni rurali della zona. Evacuazioni erano state disposte anche a San Marzano sul Sarno e a Sant’Egidio del Monte Albino. Vigili del fuoco impegnati su tutto l’Agro nocerino per liberare cantine e garage dall’acqua.

E’ rientrato l’allarme a Nocera Inferiore dove questa notte una decina di famiglie erano state fatte evacuare dalle loro case per il timore di smottamenti nella zona del Monte Albino in seguito ai forti temporali. Il sindaco Manlio Torquato ha emanato un’ordinanza di evacuazione precauzionale che ha riguardato circa 300 persone dalla cosiddetta zona rossa.

Lascia un Commento