Maltempo, allagamenti e smottamenti nel Salernitano

Violenti acquazzoni si stanno abbattendo già da ieri sera e continuano stamani con più o meno intensità su tutto il Salernitano.

Le zone al momento più colpite sono l’Agro-Sarnese-Nocerino e il territorio della costiera amalfitana.

I vigili del fuoco sono impegnati in queste ore tra Scafati e Angri dove si registrano numerosi allagamenti, con garage e scantinati invasi dall’acqua. I caschi rossi hanno dovuto trarre in salvo alcuni automobilisti rimasti bloccati nelle auto.

Si registra uno smottamento tra Tramonti e Ravello.

Disagi anche per la circolazione dei treni della Circumvesuviana tra le province di Napoli e Salerno. A causa degli allagamenti che hanno interessato la stazione di Scafati, l’EAV ha infatti comunicato che la linea Napoli-Poggiomarino è limitata alla tratta Napoli-Pompei e viceversa.

Intanto l’apertura dell’anno scolastico è slittata in diversi comuni, tra cui anche il capoluogo, a Cava de’ Tirreni, Sarno, Nocera Inferiore, Eboli, Battipaglia, Pontecagnano Faiano, Montecorvino Pugliano, Castel San Giorgio, Minori e Maiori.

Ieri, la Protezione Civile regionale della Campania ha prorogato di altre  24 ore l’allerta meteo di colore Arancione già in vigore. Particolare attenzione viene richiesta a tutte le aree e i versanti del territorio che presentano fragilità aggravata anche dai recenti incendi.

A Cava de’ Tirreni, il sindaco Vincenzo Servalli, in via precauzionale ha disposto l’evacuazione di 16 famiglie residenti in località San Felice sul versante nord-est del territorio comunale. Inoltre ha fatto slittare a domani l’apertura delle scuole previste per oggi. E’ stato allestito un ricovero provvisorio per le famiglie evacuate dalle proprie abitazioni nel plesso della scuola media Balzìco, alla frazione Santa Lucia.

Lascia un Commento