Malore per Angela, moglie di un operaio delle Fonderie Pisano, da giorni incatenata all’azienda

Angela Petrone, la moglie di uno dei 120 lavoratori delle Fonderie Pisano che in queste ore hanno ricevuto le lettere di licenziamento, è stata colta da malore dopo aver trascorso quattro giorni incatenata ai cancelli dell’azienda.

Per prendere parte al presidio permanente assieme al marito e agli altri operai che sono sul capannone, la donna non ha assunto i suoi farmaci ed ha avvertito un malore. E' stata trasportata in ambulanza al Ruggi.

Da questa mattina, inoltre, è stato rimosso il gonfiabile che i vigili del fuoco collocavano sotto la palazzina da dove gli operai minacciavano di lanciarsi nel vuoto. Provocatoriamente gli operai hanno collocato un materasso di piccole dimensioni lì dove c’era il gonfiabile dei vigili del fuoco.

Lascia un Commento