Ludopatia a Salerno, i dati della Guardia di Finanza

Sono stati forniti dei dati interessanti durante l’iniziativa ‘In nome della legalità: il gioco nel Comune di Salerno’, organizzata ieri alla stazione marittima per iniziativa di Codere, network internazionale delle sale da gioco.

Secondo i dati del comando provinciale di Salerno della Guardia di Finanza, nei primi 5 mesi del 2019, sono state riscontrate 8 violazioni in materia di apparecchi e congegni da divertimento e intrattenimento, che hanno portato all’emissione di sanzioni per un totale di circa 53.000 euro.

I sequestri di apparecchi sono stati 11 e quelli relativi ai cosiddetti totem 5. Sono stati individuati anche 8 punti clandestini di raccolta scommesse.

Il generale Sebastiano Barbato, comandante provinciale delle Fiamme Gialle, ha evidenziato che l’attività della Guardia di Finanza a tutela del monopolio statale del gioco è volta a reprimere tutte le forme di illegalità che interessano il settore: dal mancato pagamento dei tributi, ai fenomeni di abusivismo, alla presenza di organizzazioni criminali nella gestione delle attività lecite e illecite.


Lascia un Commento