Luci d’artista, polemiche per la situazione degli agenti di polizia municipale

Al via oggi, con l’accensione delle installazioni alla Villa Comunale di Salerno, l’edizione 2018 delle Luci d’artista. E come sempre non mancano le polemiche.

La Csa provinciale e il suo principale rappresentante, Angelo Rispoli, sostiene che non è affatto positiva la situazione in cui sono costretti a lavorare gli agenti della polizia municipale. Secondo il segretario dell’organizzazione che rappresenta i lavoratori del comparto delle Funzioni Locali, “gli obiettivi strategici per il flusso economico per i lavoratori non sono stati destinati, e che non sono stati assunti con contratto full time, i lavoratori stagionali, “anche se c’era il rimborso di 170mila euro avuto dalla Regione Campania per gli agenti distaccati della Municipale di Salerno”.

Problemi che aumentano anche all’interno del Comando di via dei Carrari, dove, scrive ancora l’agente di polizia municipale “la sede è fatiscente, con barriere mai rimosse, senza una cella di sicurezza, dove gli agenti sono costretti a riciclare i fogli per usare le stampanti in vista di una digitalizzazione mai avvenuta. In queste condizioni lavorare è assurdo”.

Lascia un Commento