L’Ex Apoff di Eboli diventera’ un Istituto fine pena

L’ex Apoff a Santa Cecilia di Eboli, fabbrica confiscata alla camorra, diventerà un “Istituto fine pena”, per il reinserimento degli ex detenuti nella società. L’iniziativa rientra in un progetto nazionale patrocinato dal Parlamento della Legalità e per il quale l’Amministrazione comunale di Eboli propone all’Agenzia Nazionale per i Beni Confiscati l’utilizzazione dell’ex Apoff.

L’area con lo stabilimento confiscato alla camorra, su una superficie di circa cinque ettari, ospiterà così una struttura capace di seguire il percorso di recupero e reinserimento di detenuti prossimi alla libertà, con una strutturazione che, fisicamente e nel campo delle attività, metterà in condizione gli ospiti di reinserirsi a pieno titolo nella società esterna alla fine della pena, contribuendo alla rinascita di singoli e famiglie.

Il progetto è stato presentato ieri sera all’interno dell’ICATT di Eboli, l’istituto a custodia attenuata. Per il sindaco di Eboli, Massimo Cariello, si tratta della possibilità di creare una struttura che sarebbe il fiore all’occhiello dell’intero Paese nel campo del reinserimento.

 

Lascia un Commento