LEGAMBIENTE – Buonomo commenta l’apertura del sito di compostaggio

Sull’apertura dell’impianto di compostaggio a Salerno, in programma domani, si esprime con soddisfazione Legambiente, che sostiene la necessità di aprire anche gli altri impianti di Giffoni Valle Piana, Eboli e San Tammaro nel napoletano. Per l’associazione ambientalista sarebbero necessari almeno 20 impianti per far fronte alle esigenze della Campania. Il Presidente Michele Buonomo annuncia una mobilitazione davanti agli impianti per chiedere l’apertura e denunciare che a pagare le conseguenze dell’assenza degli impianti sono soprattutto i comuni ricicloni, costretti a pagare quasi 3 milioni e mezzo di euro all’anno solo per trasportare in Sicilia l’umido. Con la stessa cifra si sarebbe potuto costruire un impianto di compostaggio da 25-30mila tonnellate annue.

Lascia un Commento