Lavori alla Certosa di Padula, presunta truffa da 1,5 milioni

Un dirigente del Comune di Padula, il titolare di una impresa edile ed un tecnico esterno sono finiti sotto inchiesta per una presunta truffa da circa un milione e mezzo di euro per dei lavori di efficientamento energetico nella Certosa di Padula.

L’appalto finito all’attenzione della Procura della Repubblica di Lagonegro risale al 2015 per dei lavori da effettuare nella parte della Certosa di proprietà del Comune. Una parte del monumento trecentesco, infatti, è di competenza comunale e per gran parte invece del ministero dei Beni Culturali.

Stando alle prime notizie che emergono dalle indagini affidate ai carabinieri i lavori facevano parte di un bando pubblico per compiere interventi necessari a rendere più moderno dal punto di vista energetico il monumento certosino.

Lascia un Commento