Lavoratori Idraulici Forestali in presidio sotto la Regione Campania per lo sciopero del 12 luglio

E’ scattato lo stato di mobilitazione dei lavoratori idraulico-forestali della Campania che per iniziativa dei sindacati Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila Uil si preparano allo sciopero generale del prossimo 12 luglio, quando faranno un presidio sotto la sede della Regione a Napoli.

“Il Governatore De Luca si è dimenticato di loro!”, dichiarano le segreterie sindacali in una nota congiunta evidenziando che la mobilitazione è per porre l’attenzione sulla ripartizione dei fondi per l’antincendio boschivo ridotti, per gli enti delegati, di circa il 70% nel 2019. Per i sindacati si tratta di un altro colpo alla già critica situazione dei 4000 operai forestali campani molti dei quali non percepiscono il salario da oltre 10 mesi, con punte di 20 mensilità arretrate in alcuni enti montani.

“Ad oggi – si legge nella nota di Fai, Flai e Uila – non vi è ancora nessun impegno finanziario regionale sui fondi europei per gli anni 2018 e 2019, eppure il Governatore De Luca continua a dichiarare che tutto va bene. Ci sono 4000 lavoratori – aggiungono le segreterie sindacali – che invece di trovare certezza occupazionale, come promesso dal Governatore, convivono con uno stato di instabilità e di grosse difficoltà economiche”.

In vista dello sciopero generale regionale del 12 luglio, ci saranno iniziative di protesta, presso le sedi della Prefettura delle cinque province campane, dove avverrà la consegna di un documento unitario contenente i temi della mobilitazione.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento