Laurito (SA) – Cittadini e amministratori uniti per far valere le ragioni del no alla discarica

Notte in bianco per i cittadini di Laurito e del circondario che la notte scorsa sono rimasti a presidiare il luogo indicato per realizzare una discarica e dove oggi sono previsti i primi interventi stabiliti dal commissariato. L’assemblea cittadina ieri sera ha sancito l’unione di intenti degli amministratori locali e dei cittadini di opporsi alla costruzione dell’ennesima discarica in Campania e nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano. La giornata di ieri, fa sapere il Comitato, è stata contrassegnata da momenti di preoccupazione, dovuti anche all’incontro con i funzionari della polizia di Salerno che nei pressi della vallata Rizzoli effettuavano delle documentazioni preliminari, allarmando la popolazione locale sull’arrivo di militari a supporto delle trivelle. I sindaci di Laurito e Rofrano insieme ai rappresentanti del Comitato hanno deciso di impugnare le considerazioni tecniche in merito alla illegittimità di attraversamento delle trivelle e uomini sui terreni proprietà privata.

Il professor Franco Ortolani, individuato come tecnico per il Comitato, attraverso un’analisi preliminare geomorfologica ha ritenuto inadatta la scelta del sito di vallata Rizzoli a causa dell’elevata franosità e presenza di corpi acquiferi.

Il comitato “Cilento oltre il rifiuto” ha poi informato la popolazione che la Frazione Organica Stabilizzata che dovrebbe essere conferita nel sito, in realtà non viene prodotta in Campania e che quindi quello che verrà sversato a Laurito sarebbero rifiuti “indifferenziati” triturati e imballati e altamente instabili e inquinanti.

Lascia un Commento