Laurino, salve le prime due classi dell’Istituto per i Servizi Commerciali e Turistici

Le due prime classi dell’Istituto  Professionale per i Servizi Commerciali e Turistici di Laurino sono salve.

Il Tar accoglie il ricorso dei comuni di Laurino, Castel San Lorenzo e di alcuni genitori contro l’Ufficio Scolastico Regione Campania che ne chiedeva la soppressione.

La Regione Campania con delibera di Giunta nel dicembre del 2016 nel pianificare la rete scolastica non prevedeva nessun ridimensionamento della scuola in questione. Tant’è vero che l’istituto laurinese provvedeva nel mese di febbraio a ricevere le preiscrizioni dei ragazzi per l’anno scolastico successivo.

“Sono particolarmente contento per i ragazzi che  possono intraprendere un percorso di studi sul proprio territorio e possono credere in uno Stato che pone rimedio alle ingiustizie perpetrate da altri organi dello Stato – ha commentato il sindaco di Laurino, Romano Gregorio – E’ vero che le nostre aree interne sono sempre più colpite dallo spopolamento, questo è un  dato oggettivo, ma non si può, a 10 giorni dall’inizio anno scolastico, informare l’Istituto che le prime due classi verranno soppresse”.

Sulla questione era anche intervenuto il consigliere regionale del M5S, Michele Cammarano, che aveva presentato una interrogazione.

Della vicenda era stato interessato anche il Ministero dell’Istruzione tramite una nota del presidente della Comunità del Parco, Salvatore Iannuzzi.

“Una  vittoria che profuma di resilienza” conclude il sindaco.

Lascia un Commento