Laureana Cilento, associazione sportiva gestiva un ristorante con lavoratori a nero

Ufficialmente era un’associazione sportiva dilettantistica dichiaratamente costituita senza alcun scopo di lucro e invece, come scoperto dalla Guardia di Finanza a Laureana Cilentosvolgeva un’attività di ristorazione in assoluta evasione d’imposta e per di più impiegando 5 lavoratori “irregolari”, totalmente “in nero”, addetti alle mansioni di cuochi e camerieri.
Per i dipendenti, per i quali è stata accertata l’assenza della preventiva comunicazione di instaurazione del rapporto di lavoro, è stata contestata al titolare dell’impresa una sanzione amministrativa pari a 21.000 euro, oltre alla segnalazione agli Organi competenti per la sanzione accessoria di sospensione temporanea dell’attività, in quanto tutti i lavoratori presenti sono risultati essere irregolari.

Il titolare dell’associazione sarà messo di fronte all’esigenza di regolarizzare sia la propria posizione nei confronti del Fisco sia quella dei lavoratori.

Lascia un Commento