La ricercatrice salernitana Cristiana Varuzza nel team che ha realizzato uno studio sulla dislessia

C'è anche una ricercatrice salernitana nel gruppo di ricerca di neuropsichiatria infantile dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma che in collaborazione con il Laboratorio di stimolazione cerebrale della Fondazione Santa Lucia hanno messo a punto una tecnica che potrebbe risolvere gran parte dei disturbi legati alla dislessia. Si tratta di Cristiana Varuzza, originaria di Teggiano, psicologa. 

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista scientifica Restorative, Neurology and Neuroscience. Per condurre lo studioè stata utilizzata la tecnica di stimolazione transcranica a corrente diretta (tdcs), procedura non invasiva con passaggio di corrente a basso voltaggio.

I risultati hanno evidenziato che la tdcs è un trattamento sicuro che, variando l’attività neurale di circuiti cerebrali alterati nelle persone dislessiche, consente un miglioramento delle abilità di lettura.

 

Riascolta l'intervista realizzata da Ersilia Gillio

Intervista ricercatrice Cristiana Varuzza

Lascia un Commento