La memoria è un’arma fondamentale per combattere la camorra. Sandro Ruotolo a Padula e ad Eboli

Da anni, gira l'Italia e non solo, per testimoniare la sua battaglia contro la criminalità. Sandro Ruotolo giornalista del TG3 ha vissuto sulla sua pelle la tragedia di una criminalità agguerrita che non risparmia gli innocenti. Nel 97 la cugina Silvia fu raggiunta da proiettili mentre rincasava con il figlio di 5 anni. Vittima innocente della malavita. 

Ieri Sandro Ruotolo era a Padula al museo Joe Petrosino e questa mattina a Eboli per inaugurare un laboratorio artistico nato all'interno di un locale confiscato alla camorra. 
lo ha incontrato per Radio Alfa, ieri a Padula, Pasquale Sorrentino 

Riascolta l'intervista 

Intervista Sandro Ruotolo

Lascia un Commento