La Confcommercio di Battipaglia dice no al sito di compostaggio

Anche la Confcommercio di Battipaglia si oppone all’ipotesi di realizzare un sito di compostaggio dei rifiuti nell’ambito dello Stir. Il Presidente Massimo Sorvillo ha invitato gli associati a partecipare allo sciopero della prossima settimana per manifestare il proprio dissenso al progetto della regione Campania. In questo modo, gli operatori del commercio, turismo e servizi della Confcommercio vogliono porsi al fianco di chi dissente profondamente dalla installazione di un Sito di Compostaggio che, secondo i più, comprometterebbe seriamente la salute dei cittadini della Piana del Sele.

Anche il gruppo “Etica per il buon governo” che sostiene il sindaco Cecilia Francese, esprime le proprie perplessità a riguardo, sostenendo che si tratti di un problema grave, per una città che ha già tanti impianti che trattano rifiuti nel proprio territorio. “Ancora più grave – si legge in una nota – per il fatto che nel vicino territorio di Eboli, a ridosso del confine con Battipaglia, funziona da qualche anno un altro impianto di compostaggio dal quale esalano miasmi nauseabondi che appestano l’area della città rendendola irrespirabile”.

Lascia un Commento