LA CAMPANIA HA 700 MLN DI DEBITI PER I RIFIUTI

La Campania è la prima regione del Meridione per la raccolta di carta e cartone, con un incremento del 20%: emerge dal rapporto di Comieco presentato oggi a Roma, dal quale, tuttavia, viene fuori un quadro di indebitamento dei comuni per oltre 700 milioni: 300 milioni con ciò che resta del commissariato, 400 milioni con i consorzi di bacino, oltre all’indebitamento nei confronti di chi gestisce la fasi della raccolta differenziata. Secondo l’assessore all’ambiente, Giovanni Romano, che ha partecipato alla presentazione, da questa situazione si potrebbe uscire non attraverso i contributi dello Stato, ma ricorrendo ad aiuti della Cassa depositi e prestiti, dando in garanzia i trasferimenti radiali del ministero dell’Interno" ai comuni. Inoltre secondo Romano si deve anche prevedere "la rimozione dei sindaci e lo scioglimento dei consigli comunali" che non raggiungono i target di raccolta. Romano, infine, ha annunciato che dal primo ottobre partirà il Sistri in Campania, il sistema di controllo satellitare che segue il trasporto dei rifiuti.

Lascia un Commento