La ASL Salerno sta “smantellando” la riabilitazione residenziale. Il racconto dell’avv Raffaele Amoroso, papà di un ragazzo trasferito in una RSA

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

Nuovo allarme del Comitato Diritto alla Cura: alla ASL Salerno si sta “smantellando” la riabilitazione residenziale, quella al servizio dei più fragili tra i fragili, dei più deboli tra i deboli.

Lo si sta facendo con logiche iperburocratiche, cavilli per aggirare le leggi, tagli di fondi indiscriminati, abbattimento delle rette, indifferenza verso la volontà della stessa Regione Campania. L’unico obiettivo è spedire tutti in RSA. Ma le conseguenze sono drammatiche: disabili con patologie gravissime lasciati senza le cure necessarie per vivere, famiglie disperate, lavoratori che rischiano la disoccupazione o la dequalificazione, un territorio più povero sul piano sociale e sanitario. La denuncia viene da associazioni, sindaci, sindacati, professionisti coordinati dal Comitato Diritto alla Cura, con Cittadinanzattiva Campania, le famiglie di Villa dei Fiori, i sindacati Cisl e UIL, e i Sindaci dei Comuni di Bracigliano, Pagani e Roccapiemonte.  Noi ne abbiamo parlato con l’avv Raffaele Amoroso, papà di uno dei ragazzi, malati gravi, trasferito in una RSA

Check il primo local market online

Il file audio (podcast) di questa notizia è scaduto. Qualora vorresti riascoltarlo, puoi inviare una richiesta comunicando il tuo Nome e la tua Email.


Autorizzo al trattamento dei dati personali secondo l'informativa sulla privacy

Unisciti gratis al canale WhatsApp e Telegram di Radio Alfa, per ricevere le nostre notizie in tempo reale. Ci trovi anche su Google News.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookInstagram, X e YouTube.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.


Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

Lascia un Commento