Kosovo, i militari dell’Esercito Italiano di Persano impegnati in un’esercitazione di prontezza

I militari italiani dell’8° Pasubio di Persano impegnati nella missione KFOR in Kosovo si stanno addestrando per essere pronti ad intervenire in tutto il paese per prevenire qualsiasi situazione che possa compromettere la sicurezza e la libertà di movimento.

Nella municipalità di Dragash, a Sud del Kosovo, i militari italiani del Multinational Battle Group hanno condotto una esercitazione di schieramento rapido mediante l’utilizzo di elicotteri denominata Southern Dragon.

“Scopo dell’attività – spiega il Tenente Colonnello Gennaro Troise Capo Cellula Pubblica Informazione – è stato quello di incrementare il livello di addestramento e di interoperabilità tra le unità militari delle diverse nazioni partecipanti alla missione in Kosovo, consolidare la capacità ad operare in aree boschive ed in ambiente notturno”.

L’esercitazione ha coinvolto la compagnia di manovra italiana, enucleata dall’8° Reggimento Artiglieria Terrestre Pasubio, con il supporto di due elicotteri del contingente croato, di un team per la bonifica di ordigni esplosivi del contingente moldavo, di un team sanitario sloveno e di due nuclei di Military Police dei Carabinieri. Il coordinamento delle unità impiegate e la gestione delle operazioni sono state garantite dal Tactical Operations Center (TOC) nella base di Camp Villaggio Italia a Peč.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento