Italia spaccata anche nella cura dei tumori, al Nord si sopravvive di più e Sud in coda

Italia divisa in due anche sull’oncologia, sulla base delle percentuali di sopravvivenza a 5 anni dalla diagnosi: in Emilia-Romagna e Toscana si sopravvive di più, mentre il Sud è fanalino di coda e sempre nelle regioni meridionali si registra un boom di fumatrici tra le 25-34enni.

I tassi di sopravvivenza in Emilia-Romagna, Toscana e Veneto si aggirano intorno al 55% per gli uomini e al 65% per le donne. In Campania siamo al 50% per gli uomini e al 60% per le donne. Percentuali simili anche in Sicilia e in Sardegna. E sono soprattutto la scarsa adesione agli screening e gli stili di vita scorretti a causare le differenze regionali.

E’ questo il quadro che emerge dal censimento, giunto all’8/a edizione, ‘I numeri del cancro in Italia 2018’ dell’Associazione italiana di oncologia medica (Aiom).

Lascia un Commento