Italcementi Salerno, a rischio 40 posti di lavoro. Ascolta il segretario Cgil Adinolfi (AUDIO)

Lo storico stabilimento Italcementi di Salerno dovrebbe essere declassato da centro di produzione a centro di macinazione, con il rischio di perdere oltre 40 posti di lavoro sugli oltre 60 attualmente presenti in azienda.

Il sindacato di categoria è già mobilitato, ma registriamo anche gli interventi dei consiglieri comunali di Salerno Roberto Celano, Giuseppe Zitarosa e Pietro Damiano Stasi, che intendono sostenere gli operai dello stabilimento Italcementi nella battaglia a tutela del posto di lavoro e, nello stesso, tempo, contribuire alla campagna di mobilitazione in favore della Italcementi di Salerno. I consiglieri hanno chiesto al sindaco Vincenzo Napoli di “indire un consiglio comunale monotematico e di adottare tutte le azioni istituzionali e politiche per favorire una positiva risoluzione della vertenza”.

 

A Radio Alfa oggi ne abbiamo parlato con il segretario provinciale degli edili Cgil, Luigi Adinolfi che si ha spiegato le possibili motivazioni del declassamento ma anche le iniziative a favore dei lavoratori.

Riascolta l'intervista QUI

Intervista Luigi Adinolfi

Lascia un Commento