Italcementi, i parlamentari chiedono al Governo la proroga della cassa integrazione

Novità nella vertenza Italcementi allo stabilimento di Salerno ma anche in tutta Italia. Un gruppo di parlamentari ha chiesto al governo di autorizzare la proroga del trattamento di cassa integrazione straordinaria per i lavoratori degli stabilimenti italiani.

Per Salerno è stato previsto un declassamento con conseguente perdita di circa 40 posti di lavoro.

La richiesta – è spiegato nella lettera – non si configura come una domanda di assistenza, ma come l'attivazione di uno strumento che accompagni i lavoratori verso la fase di ristrutturazione industriale e di definizione degli assetti gestionali. Questa misura si rende necessaria dal momento che, già nel 2013 Italcementi, d'intesa con i ministeri competenti, ha avviato un piano di riorganizzazione. La stessa azienda in un incontro con le organizzazioni sindacali ha proposto la cassa integrazione per 1.080 lavoratori.

A Salerno la vicenda Italcementi oggi pomeriggio alle 17.30 sarà esaminata in un’assemblea pubblica, presso il Salone della Cgil in via Francesco Manzo. Sono stati invitati a partecipare tutte le forze politiche cittadine e i parlamentari.

Lascia un Commento