Ipotesi di modifica della guardia medica a Castellabate, sindaco scrive a Renzi

Contro l'ipotesi di modifica della guardia medica nel comune di Castellabate, come previsto nell’atto di indirizzo per il rinnovo della convenzione di medicina generale del comitato di settore Stato-Regioni, il sindaco Costabile Spinelli ha scritto al Presidente del Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi, per manifestare la propria preoccupazione, alla luce del fatto che il nuovo atto di indirizzo prevede una continuità assistenziale sulle sedici ore, anziché ventiquattro ore. Spinelli ricorda che la guardia medica rappresenta, soprattutto nelle aree più interne, l’unico presidio sanitario per anziani, disabili e malati cronici.
L’eventuale soppressione, dalle 24 alle 8, andrebbe a gravare sul servizio 118, che sarebbe così sovraccaricato, con disagi enormi alle popolazioni, già molto distanti dall'ospedale di Vallo della Lucania. Il comune ha deciso di avviare una raccolta di firme da inviare alla Presidenza del Consiglio dei Ministri per scongiurare questa modifica.
I cittadini di Castellabate potranno firmare la petizione presso l’ufficio di Promozione Turistica, in piazza Izzo, il martedì ed il giovedì dalle 15 alle 20, e, infine, il sabato dalle 9 alle 13.

Lascia un Commento