Intervento salvavita al Ruggi. Determinante la diagnosi dei medici di Roccadaspide

Super Fibra 1000 Mega Open Fiber

Importante intervento presso l’ospedale di Roccadaspide, che ha consentito di contribuire a salvare la vita ad un giovane di 28 anni, che qualche giorno fa è giunto in ospedale accusando un dolore al petto.

Sottoposto agli esami di routine al Pronto Soccorso, non è emerso nulla di particolarmente rilevante, ma, data la persistenza del dolore, è stato ritenuto opportuno portare il giovane al reparto di cardiologia dello stesso ospedale, dove i cardiologi di turno, Pietro Aveta e Igino Oppo, gli hanno diagnosticato una dissecazione aortica, ossia l’imminente rottura della vena aorta, che può avere conseguenze devastanti per la persona che la subisce.

 

Pertanto è stato organizzato l’immediato trasporto all’ospedale Ruggi di Salerno dove, pur nell’assenza di posti, il 28enne è stato trasportato e immediatamente sottoposto ad un delicatissimo intervento chirurgico durato tutta la notte. L’intervento è stato eseguito dall’equipe composta dal primario, dottor Severino Iesu, dai cardiochirurghi Rocco Leone, Paolo Masiello, e Michele Triggiani. 

Un intervento delicatissimo, che ha consentito di ricostruire la vena aorta del giovane: un intervento per il quale generalmente c’è una sola possibilità di sopravvivenza su due. Secondo il dottor Aveta, che abbiamo incontrato al reparto di cardiologia dell’ospedale di Roccadaspide, il “lieto fine” è stato assicurato dalla grande sinergia e dalla collaborazione tra il reparto di cardiologia dell’ospedale di Roccadaspide e il reparto di cardiochirurgia dell’ospedale di Salerno. 

 

Riascolta l'intervista al cardiologo Pietro Aveta

Pietro Aveta

 

Per ricevere le nostre notizie in tempo reale, unisciti gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Super Fibra 1000 Mega Open Fiber
 

Lascia un Commento