Inquinamento Solofrana e Cavaiola, esposto-denuncia in Procura

Cittadini, comitati e associazioni, tra cui il Tribunale del Malato, hanno presentato un esposto-denuncia in Procura per chiedere interventi urgenti ed accertare i livelli di inquinamento dei torrenti Solofrana e Cavaiola, affluenti del Sarno.

Nell’esposto si sottolinea la necessità di verificare l’efficacia dei depuratori, dei collettori, l’importanza dei controlli ma vengono sottolineate anche le mancanze e le responsabilità da perseguire. Nella denuncia si sottolinea anche la necessità di risanare i corsi d’acqua Cavaiola e Solofrana. A tutte le autorità interessate viene chiesto di intervenire con l’adozione di tutti i provvedimenti necessari a tutelare la salute della popolazione che vive o transita nei dintorni dei torrenti tra cui gli alunni degli edifici scolastici circostanti.

L’esposto ricorda anche il ruolo del sindaco di Nocera Inferiore che, per legge, rappresenta la massima autorità sanitaria sul territorio e quindi deve emettere provvedimenti in una situazione che i numeri indicano drammatica.

L’esposto è stato sottoscritto dai legali rappresentanti delle seguenti associazioni: Cittadinanza Attiva, No Vasche No Inquinamento, Tribunale per i diritti del Malato, Amdot, Pro Loco e Ada, Montagna Amica e Avo.

Lascia un Commento