Inquinamento litorale e acque di Santa Teresa a Salerno, si tratta di ferro

Le problematiche dello sversamento nelle acque di Santa Teresa e della più ampia vicenda dell’inquinamento del litorale della città di Salerno sono state affrontate ieri in Commissione Trasparenza al Comune.

Alla Commissione, presieduta da Antonio Cammarota, sono stati ascoltati l’assessore Angelo Caramanno, l’ing. Nappa e il dr. Castaldi di ‘Salerno Sistemi’.

Nel corso della sua audizione Nappa ha chiarito la vicenda relativa agli sversamenti di colore rosso nell’arenile Santa Teresa dei mesi scorsi, spiegando che le verifiche di laboratorio hanno attestato la presenza di ferro. Non è dato sapere però se si tratta di uno sversamento occasionale o sistematico e neanche la fonte inquinante.

L’ingegnere Nappa e il dottor Castaldi hanno riferito alla Commissione che si sta facendo una gara d’appalto di ‘Salerno Sistemi’ per sottoporre a verifica sin dal mese di ottobre una prima trance di 1.800 dei complessivi 16.000 chiusini di innesto nel canale fognario, direzione mare-monte, con possibilità di verificare guasti alle condotte ed eventuali immissioni illecite, e quindi procedere nel tempo ad una mappatura dell’intero impianto di scolo fognario della città di Salerno, compresi i rioni collinari.

Per le operazioni relative alle fognature, Salerno Sistemi ha previsto 20 milioni di euro per un periodo di 6 anni, di cui 5 milioni per i prossimi tre anni per la rete idrica, di cui metà per le fogne.

C’è poi allo studio un progetto per trasformare i fanghi nelle condotte in energia attraverso un impianto di combustione.

Durante la riunione della Commissione è stato evidenziato che il depuratore di Salerno Sistemi è perfettamente efficiente e che sporadiche situazioni di inquinamento sono dovute, in alcuni casi, alle immissioni in Costiera Amalfitana, per cui il Presidente Cammarota ha invitato l’assessore e i dirigenti di Salerno Sistemi a sollecitare il Prefetto per un tavolo tecnico di coordinamento e di intervento su scala intercomunale.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento