Indagini Arpac. Male la Spiaggia delle Sirene di Amalfi, bene Marina di Cetara e il Lungomare di Sapri

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo
Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL

Non è balneabile la Spiaggia delle Sirene di Amalfi.

Lo ha fatto sapere l’Arpac, al termine dei controlli mensili di giugno sulla qualità di 328 acque di balneazione della Campania. Già due volte, dall’avvio della stagione 2020, questo tratto ha registrato esiti sfavorevoli che hanno determinato l’emissione dei provvedimenti di divieto alla balneazione da parte del Comune. A tutt’oggi sono in corso indagini tra il Comune e il Dipartimento Arpac di Salerno per conoscere ed eventualmente rimuovere le cause che hanno causato l’inquinamento.

Riammesse alla balneazione invece le acque di Marina di Cetara. Il completamento della condotta sottomarina che conferirà i reflui dell’impianto di depurazione consortile di Salerno e gli interventi di razionalizzazione delle linee fognarie sottostanti il tratto tombato del torrente Cetus, sono stati ritenuti elementi in linea con la norma che disciplina la gestione delle acque scarse. E’ stato quindi possibile revocare il divieto di balneazione e l’acqua è stata ripristinata all’uso balneare come acqua “di nuova classificazione”, fino al completamento dei dati utili all’attribuzione della classe di qualità.

 

Migliora la situazione per il Lungomare di Sapri dove l’esito del prelievo mensile di giugno è risultato nei limiti normativi.

In generale migliora la qualità di alcune acque di balneazione. Ad esempio, le acque che erano “scarse” nel 2017 dei Comuni di Atrani, Eboli, Minori e San Giovanni a Piro sono risultate di qualità “buona” per la stagione 2020.

L’Arpac ha effettuato, sempre nel mese di giugno, prelievi al Torrente Mariconda di Salerno e  alla Spiaggia Maiori in seguito alle segnalazioni di presenza di schiume ma non è stata riscontrata alcuna contaminazione e gli esiti dei campionamenti sono tutti favorevoli.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp