Indagini a Cava de’ Tirreni, il sindaco incontra il prefetto

La situazione che si è creata a Cava de’ Tirreni dopo l’azzeramento della giunta è stata al centro dell’incontro tra il sindaco Vincenzo Servalli e il prefetto di Salerno Francesco Russo, alla presenza del vicario Giuseppe Forlenza e del comandante della Polizia Locale, Saverio Valio.

Durante l’incontro, che il sindaco ha definito cordiale, Servalli ha spiegato al prefetto le ragioni che lo hanno spinto a ritirare le deleghe, legate all’indagine che la scorsa settimana ha portato all’arresto di 14 persone per associazione camorristica, estorsione, usura e spaccio di droga, e che ha fatto emergere l’accusa per abuso d’ufficio nei confronti del vicesindaco, Enrico Polichetti, che potrebbe avere avuto incontri con esponenti del gruppo malavitoso, da cui avrebbe ottenuto appoggio alle ultime elezioni amministrative.

Il Prefetto ha detto di seguire con attenzione le vicende di Cava de’ Tirreni, seconda città più grande della provincia dopo Salerno, esortando il sindaco a continuare a svolgere la funzione di guida della città.

Lascia un Commento