Incontri preti gay, da oggi smistamento dossier alle diocesi coinvolte

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo
Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL

Parte oggi, verso le rispettive diocesi di appartenenza, lo smistamento degli elementi contenuti nel dossier su una presunta rete di incontri, anche a pagamento, tra preti gay.

Francesco Mangiacapra, l’escort ed ex avvocato autore del faldone di 1200 pagine consegnato la scorsa settimana alla curia di Napoli, oggi è stato ricevuto da padre Luigi Ortaglio, cancelliere arcivescovile.

 

Su 58 sacerdoti coinvolti in tutta Italia, 13 sono in provincia di Salerno: 7 per la diocesi di Teggiano-Policastro, 2 a Salerno-Campagna-Acerno, 2 a Nocera-Sarno, 2 ad Amalfi-Cava.

“In Curia – spiega Mangiacapra – ho collaborato all’identificazione e allo smistamento del materiale da me fornito a supporto delle informazioni che ho fornito. Non si tratta di accuse – dice ancora Mangiacapra – perché non ci sono reati penali e non si tratta di trattare l’omosessualità di qualcuno alla stregua di un crimine. Si tratta di sollecitare queste persone a fare un mea culpa relativo alla compatibilità tra il colletto bianco che si indossa e la condotta che si incarna“. “Mi batto – ha aggiunto ancora Mangiacapra per l’autodeterminazione e la libertà sessuale come base dei diritti civili e le mele marce all’interno della Chiesa sono un ostacolo al progresso civile. Dannoso e inutile fare il ‘totopreti’. Quello che conta è riflettere. E per questo non servono i nomi” così ha concluso l’ex avvocato.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp