Incidente al Pisacane di Sapri, condannata la preside. Le motivazioni della Cassazione

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

Il preside di una scuola è responsabile della sicurezza degli allievi – la cui incolumità non può essere garantita da “misure artigianali” come i lucchetti – come se si trattasse di suoi dipendenti, e le scuole vanno considerate come luoghi di lavoro, non importa se il preside non è il proprietario e non ha poteri di spesa per tamponare i rischi. 

Lo sottolinea la Cassazione nella sentenza con cui ha condannato a un mese di carcere, pena sospesa, per lesioni colpose gravi una preside e il responsabile del piano di sicurezza del liceo ‘Pisacane’ di Sapri, dove qualche anno fa uno studente precipitò nel vuoto a seguito dell’apertura di un lucchetto che teneva chiusa la porta di un solaio con fragili lucernai. Secondo i giudici della Suprema Corte, il dirigente deve attivarsi innanzitutto con un piano anti rischio che non sottovaluti alcun dettaglio, nemmeno le magagne che risalgono alla notte dei tempi, e poi deve sollecitare l’intervento delle Province senza ricorrere a soluzioni ‘fai da te’. Per la Cassazione, il lucchetto è un escamotage “artigianale” non adeguato poichè, accidentalmente, anche solo per rinfrescare l’aria come avvenuto in questo caso che risale al 7 luglio 2011, il lucchetto può essere rimosso. A nulla sarebbero valsi dei cartelli di allerta, obietta la Cassazione dato che il ragazzo precipitò dopo essere inciampato nella battuta a terra della porta privata del lucchetto dalla bidella. La quale non ha alcuna colpa perchè non aveva ricevuto formazione sui rischi. Dunque le situazioni che presentano fattori di insicurezza vanno risolte senza ‘mezze misure’, se serve con richieste alle Province anche se l’immobile è del Comune, e anche quando le insidie sono presenti fin dall’epoca di progettazione della scuola.

Una causa civile stabilirà l’entità del risarcimento che i due responsabili dovranno versare alla vittima, oltre ai 15mila euro di provvisionale immediatamente esecutiva.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.
Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

Lascia un Commento