Inchiesta Tsunami a Cava de’ Tirreni, Alfonso Carleo rompe il silenzio dopo la prescrizione. L’intervista

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

“Metto la parola fine a questi dolorosi 7 anni duranti i quali il mio nome è stato associato a quello di certi personaggi. Non ho nessuna intenzione di tornare in politica che per me ormai è un capitolo concluso”. Con queste parole l’ex assessore di Cava de’ Tirreni, Alfonso Carleo, ieri ha incontrato la stampa a pochi giorni dalle prescrizioni arrivate per i rappresentanti della politica ma anche imprenditori e dirigenti amministrativi coinvolti nell’inchiesta denominata “Tsunami”.

Al termine dell’udienza preliminare, infatti, il Gup Gerardina Romaniello ha disposto il non luogo a procedere per intervenuta prescrizione nei confronti di Alfonso Carleo, insieme ad altre 8 persone. Carleo, che in questi anni ha preferito mantenere uno stretto riserbo sull’inchiesta che lo vedeva coinvolto, ieri ha voluto chiarire l’intera vicenda sottolineando che la prescrizione non gli restituisce la serenità persa in questi sette anni.

“La via della rinuncia alla prescrizione avrebbe significato protrarre questa agonia per altri dieci anni per me e la mia famiglia” così Alfonso Carleo che abbiamo intervistato assieme all’avvocato Giuseppe Annunziata. Ascolta

Carleo e Annunziata

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento