Inchiesta DDA, dopo gli interrogatori La Marca resta in carcere e il direttore Vasteralla ai domiciliari

Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL
Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

L’imprenditore caseario Gianluca La Marca, di Eboli, resta in carcere, l’ex collaboratore di giustizia Giovanni Maiale è stato trasferito in una struttura protetta e il direttore provinciale dell’Agenzia delle Entrate di Salerno, Emilio Vastarella, resta agli arresti domiciliari.

E’ questa la decisione del Gip del Tribunale di Salerno dopo gli interrogatori di garanzia a cui sono stati sottoposti i tre indagati. Il gip Ubaldo Perrotta ha rigettato la richiesta di scarcerazione per La Marca, accusato di aver attuato, negli ultimi anni, una politica economica espansionistica sfruttando risorse provenienti da una massiccia evasione fiscale, progettando di acquisire aziende zootecniche e allevamenti bufalini della Piana del Sele in stato di crisi e sottoposte a procedure esecutive, avvalendosi anche della capacità intimidatoria dell’ex boss pentito Giovanni Maiale contro altri imprenditori intenzionati a partecipare alle aste giudiziarie.

L’ex collaboratore si è avvalso della facoltà di non rispondere, mentre il funzionario pubblico  Vastarella che è accusato di corruzione resta ai domiciliari. I tre indagati sono coinvolti in un’inchiesta condotta dalla Finanza e coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Salerno.

 

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp