Inchiesta Consip, tra gli indagati anche Giampaolo Scafarto per anni alla Tenenza di Scafati

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo
Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL

Il capitano dei carabinieri Giampaolo Scafarto, noto nella nostra provincia per aver diretto per anni la Tenenza di Scafati e il Nucleo Operativo dell’Arma a Nocera Inferiore, ora comandante del Noe a Roma, è indagato per falso materiale e ideologico dalla Procura di Roma nell’ambito della ben nota inchiesta Consip.

Scafarto è autore di un’informativa agli atti dell’inchiesta Consip sul mega appalto da 2,7 miliardi per il Facility management 4. Due le accuse contro di lui: aver attribuito ad Alfredo Romeo, uno dei principali indagati, un’affermazione su un incontro con Tiziano Renzi, in realtà pronunciata da Italo Bocchino, politico campano; e aver accreditato la presenza di uomini dei servizi sul luogo delle indagini. Scafarto, interrogato, si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Per il pm della procura di Roma Mario Palazzi, l’ufficiale dei carabinieri ometteva scientemente informazioni. Errore o atto deliberato, quello di oggi è comunque un colpo di scena in un’inchiesta dalle inevitabili conseguenze politiche.

 

Scafarto è uno dei militari che ha recuperato nell’ufficio romano dell’imprenditore Romeo i “pizzini” con le cifre di presunte tangenti.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp