Incendio linea ferroviaria a Nocera Inferiore, ustioni profonde sul 40% del corpo per un operaio

Ha ustioni profonde, che interessano il 40% del corpo, ma è sveglio e respira spontaneamente, l’operaio di 40 anni, ricoverato dalla scorsa notte nel reparto Terapia Intensiva Grandi Ustionati dell’ospedale Cardarelli di Napoli, dopo essere stato investito dalle fiamme, in un tunnel della linea ferroviaria Napoli-Salerno, dove stava lavorando, insieme con alcuni colleghi.

Le ustioni riportate dall’uomo riguardano soprattutto gli arti inferiori e superiori, e lievemente anche al viso. Il bollettino medico della direzione sanitaria rende noto che il paziente resta in prognosi riservata. Al lavoro, stanotte, c’era una squadra di 32 operai che stava utilizzato un convoglio attrezzato per la manutenzione sui binari.

Lascia un Commento