Incendio all’impianto rifiuti a Sarno, i primi dati dell’Arpac

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo
Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL

L’Arpac ha reso noto i primi dati sul monitoraggio dell’aria effettuato a Sarno dopo l’incendio di rifiuti nei pressi dell’impianto appartenente alla ditta PRT srl dove, nella notte tra l’11 e il 12 marzo 2020, si è sviluppato un vasto incendio. 

Gli esiti analitici del primo ciclo di campionamento, effettuato nell’arco di 24 ore dal 12 al 13 marzo, evidenziano per diossine e furani un valore di concentrazione pari a 0,738 picogrammi per metro cubo in termini di tossicità totale equivalente. Il risultato è superiore al valore di riferimento, pari a 0,15 pg/Nmc, generalmente utilizzato dalla comunità scientifica. 

I risultati di un secondo ciclo di campionamento, effettuato nell’arco di 48 ore dal 14 al 16 marzo, evidenziano per diossine e furani un valore di concentrazione pari a 0,274 picogrammi, anche in questo caso superiore al valore di riferimento.  

 

Il monitoraggio della qualità dell’aria per rilevare la presenza di polveri sottili è stato effettuato sia con un campionatore posto a ridosso del sito interessato dall’incendio, che con un laboratorio mobile posizionato in località Ingegno nel comune di Sarno. In questo caso il valore medio giornaliero di concentrazione di PM10 riscontrato nel primo monitoraggio dal 12 al 13 marzo, è stato di 48 μg/mc (microgrammi per metro cubo), inferiore al valore limite giornaliero di 50 μg/mc indicato dalla legge.

I risultati del secondo monitoraggio, che comprende diversi inquinanti oltre alle polveri sottili, vengono resi disponibili in un’apposita sezione (http://www.arpacampania.it/web/guest/1099) del sito istituzionale dell’Agenzia. Al momento sono aggiornati alle otto di stamattina e sono in corso di ulteriore aggiornamento.

L’Arpac sta proseguendo le attività sul campo per valutare gli effetti dell’incendio. 

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp