Incendi nel Salernitano. Chiusa la Mingardina nel Cilento, distrutti ettari di terreno a Capaccio Paestum

Ancora disagi a causa degli incendi sul territorio salernitano.

Nel Cilento è stato chiuso il tratto della Mingardina compreso tra Palinuro e Marina di Camerota. Un incendio ha reso instabile il costone roccioso, provocando piccole frane che hanno reso necessaria la chiusura della strada così come disposto dalla Provincia. C’è preoccupazione tra gli operatori turistici e i cittadini. La chiusura della strada potrebbe provocare non pochi disagi, anche a causa del flusso turistico da e verso Marina di Camerota che potrebbe compromette la stagione turistica.

Incendi ieri pomeriggio anche a Salerno, tra le colline di Brignano e Ogliara. Le fiamme erano visibili fin dalla Tangenziale e dallo svincolo dell’autostrada. Panico tra i residenti. I vigili del fuoco, con non poche difficoltà, sono riusciti a domarle.

Incendi dalla scorsa notte anche sulla collina di Capaccio Capoluogo. Devastate decine di ettari di macchia mediterranea ed aree boscate: quattro i focolai localizzati tra le località Cannito, Tempa di Lepre, Via Vecchia Cilentana e Gaiarda, in particolare a ridosso del ponte lungo Via Capaccio Paestum, la strada che dalla piana conduce al centro storico, dove le lingue di fuoco hanno lambito pericolosamente anche la carreggiata e alcune abitazioni, costringendo i proprietari ad evacuarle a scopo precauzionale. Per domare le fiamme hanno lavorato fino all’alba i volontari del locale Nucleo di Protezione Civile e diverse autobotti dei vigili del fuoco. I roghi sono chiaramente di matrice dolosa. Distrutti uliveti, vigne, campi coltivati, orti e giardini.

Lascia un Commento