Incassa i soldi dell’Asl, condannato medico di Cava de’ Tirreni

E’ stato condannato a tre anni di reclusione un medico di Cava de’ Tirreni che nel 2017 è finito sotto inchiesta con l’accusa di essersi appropriato dei soldi che spettavano all’Asl.

La sentenza di primo grado è stata emessa dal Tribunale di Nocera Inferiore che invece lo ha assolto per l’accusa di truffa. Lo rende noto il Mattino. La procura di Nocera aveva contestato al medico anche la presenza di due dipendenti in nero nel suo studio. L’indagine era stata eseguita dalla Guardia di Finanza che aveva

accertato come il professionista, dipendente pubblico, nell’esercizio della propria attività intramoenia allargata, avrebbe omesso in più occasioni di rilasciare la prevista documentazione fiscale, appropriandosi dei soldi riscossi dai pazienti. Le fatture sarebbero state intestate ad una società che faceva riferimento a suoi familiari.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento