Incarichi irregolari all’Asl, per Antonio Squillante “è un equivoco”

Ritorniamo sulla vicenda raccontata ieri, secondo la quale la Procura Regionale della Corte dei Conti per la Campania, dopo accertamenti della Guardia di Finanza di Salerno, ha riscontrato irregolarità nell’assegnazione di incarichi ai vertici dell’A.S.L. di Salerno, che sarebbero stati conferiti con selezioni interne anziché con avvisi di evidenza pubblica.

I fatti risalirebbero al periodo in cui le tre Asl di Salerno, Nocera Inferiore e Vallo della Lucania furono inglobate in un’unica azienda. I manager dell’Asl si difendono, dicendo che si tratta di un grosso equivoco. Come si legge su Il Mattino, Antonio Squillante, Direttore generale dell’Asl dal 2012 al 2015, afferma che c’è un grosso equivoco, perché c’era il blocco del turn over e si potevano indire solo avvisi interni, e non si potevano avviare concorsi pubblici.

“L’unico modo per dare l’incarico, tra l’altro temporaneo, quindi, era solo attraverso avviso interno, con dirigenti nostri, per poter cancellare, così, quelle strutture che risultavano duplicate”, conclude Squillante.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento