In Consiglio regionale la questione Italcementi Salerno

“La Regione Campania è pronta ad investire fondi propri per tutelare i 22 lavoratori dello stabilimento Italcementi di Salerno. C’è bisogno però che il Governo assicuri la proroga della Cassa Integrazione Straordinaria”. E’ quanto afferma Nicola Marrazzo, presidente della Commissione lavoro del Consiglio Regionale della Campania a margine dell’audizione relativa alle problematiche relative all’impianto produttivo salernitano.

“La Regione Campania ha messo in campo risorse concrete per il rilancio dell’economia ed è dunque un interlocutore che il Governo non può ignorare come ha fatto nella convocazione al Mise del prossimo 22 ottobre. Siamo stati i primi a completare l’iter di individuazione delle Zes, abbiamo sbloccato le aree di crisi complessa e non, per cui riteniamo che ci siano tutte le condizioni per bloccare la fuga di investimenti dal nostro territorio”, conclude il consigliere del Partito Democratico. L’audizione, che ha visto la partecipazione dell’assessore regionale con delega al lavoro Sonia Palmeri e delle rappresentanze sindacali dei lavoratori, è stata fortemente voluta, si legge in una nota, dal consigliere Tommaso Amabile.

“Con l’audizione di oggi la Regione Campania conferma la sua vicinanza ai lavoratori dell’Italcementi di Salerno. La nostra azione non si esaurisce qui, chiederemo a tutto il consiglio di impegnare la giunta ad un confronto serio e serrato con l’azienda per scongiurare la chiusura o il depotenziamento del sito produttivo salernitano. Iniziativa questa che riteniamo sciagurata visti gli ingenti investimenti che la Regione sta mettendo in campo per far ripartire cantieri e opere pubbliche”, afferma il consigliere regionale del Pd.

Lascia un Commento