In Consiglio regionale della Campania litigio ed insulti tra De Luca e Saiello

Caos in Consiglio Regionale della Campania nel corso dell’intervento del presidente della Giunte Regionale Vincenzo de Luca sul bilancio dell’ente.

Nella parte finale del suo discorso, De Luca ha infatti criticato il reddito di cittadinanza del governo rivolgendosi ai consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle: “Nessuno ha ancora capito – ha detto – di che si tratta, prima hanno detto che si faceva con la tessera sanitaria, poi alle poste. Non si sa niente per non far venire a galla le palle che avete detto, siete dei cafoni, dei truffatori”. A quel punto il consigliere regionale dei 5S Gennaro Saiello ha cominciato a contestare De Luca che lo ha definito “squadrista”. “Chi impedisce di parlare è squadrista”, ha urlato De Luca. La bagarre è quindi scoppiata, con Saiello che si è alzato dal posto dirigendosi verso le postazioni della giunta, fermato dai commessi, mentre dagli altri banchi del 5 Stelle si levavano contestazioni, in particolare dalla capogruppo Maria Muscarà. La presidente del consiglio regionale Rosa D’Amelio ha chiesto ai commessi di cacciare Saiello dall’aula e ha fatto partire le votazioni sul bilancio, tre le urla di Saiello e Muscarà che hanno chiesto una controreplica. D’Amelio ha chiesto ai commessi di “portare fuori Saiello di peso, anche prendendolo in braccio” e ha poi criticato gli stessi commessi per non averlo trascinato fuori. Intanto al litigio si è aggiunto anche il consigliere di Fratelli d’Italia Luciano Passariello, che ha urlato a Saiello “scemo stai zitto”.

Lascia un Commento