In Campania treni lenti, affollati, vecchi e insicuri. Il rapporto di Legambiente

Anche quest’anno Legambiente lancia la campagna Pendolaria, e fa una prima analisi della situazione del trasporto ferroviario pendolare in Italia con la lista delle 10 peggiori linee. Non ci sono buone notizie per quanto riguarda il trasporto pubblico campano, che secondo la fotografia di Legambiente, presenta treni vecchi, affollati, lenti, insicuri e spesso in ritardo. 

In particolare dai numeri del dossier di Legambiente emerge che in Campania attualmente sono 407 i treni in servizio con convogli di età media pari a 18,3 anni, il 70,3 % dei treni circolanti ha più di 15 anni, con punte estreme come nel caso della Circumvesuviana (con 83 treni in circolazione costruiti negli anni ’70 ed altri 35 nei primi anni ’90).

Nella nostra regione- commenta Legambiente- tra il 2010 e il 2016 il taglio ai servizi ferroviari è stato pari al 15% a fronte di un record di aumento del costo dei biglietti pari al 36, % con un servizio che non ha avuto alcun miglioramento. Negli ultimi anni si è avviato un processo ampio di ristrutturazione dei treni ma resta comunque un fatto che i convogli su molte linee di questa regione non sono all’altezza di un trasporto moderno ed efficiente. 

Lascia un Commento