IMU agricola, il Tar del Lazio accoglie ricorsi. Comuni salernitani in prima linea (AUDIO)

Il termine per il pagamento dell’Imu agricola, che riguarda anche una 80ina di comuni salernitani, scade il 26 gennaio, ma il Tar del Lazio ha sospeso il decreto interministeriale che a dicembre scorso ha ampliato il numero di comuni soggetti al versamento stabilendone l’obbligo per quei terreni che si trovano ad un’altitudine al di sotto dei 600 metri. Precedentemente il limite era di 280 metri.

Il Tar si esprimerà nel merito del ricorso il prossimo 21 gennaio. E’ giunta al Tribunale amministrativo una vera e propria valanga di ricorsi contro il decreto che aumenta la tassa già dal 2014, su cui i comuni dovrebbero recuperare 20 milioni. Viene contestato soprattutto il criterio dell’altitudine che fa riferimento alla posizione della casa comunale e che quindi potrebbe non essere reale per molti terreni dello stesso territorio. Inoltre, l’Imu sui terreni agricoli è stata introdotta quando gli impegni finanziari dei comuni sono già stati assunti, con il rischio di far incorrere gli stessi enti nel dissesto finanziario.

Grande attesa dunque per la discussione nel merito del Tar del Lazio, il 21 gennaio, a 5 giorni dalla scadenza del pagamento dell’Imposta.

In prima linea contro l'Imu agricola i Comuni del Salernitano. A Radio Alfa nei abbiamo parlato con Antonio Radano, sindaco di Stella Cilento e presidente della Comunità del Parco nazionale del Cilento-Vallo di Diano e Alburni.

Ascolta qui l'intervista…

Intervista Radano

Lascia un Commento