‘Impianto compostaggio di Eboli è pronto ma i Comuni non lo usano’ l’accusa dell’assessore Romano

L'impianto di compostaggio di Eboli, ''è pronto, finito, realizzato dalla Regione'', ma i Comuni ''non si avvalgono dell'impianto''.

E’ la dura accusa dell’assessore regionale all’ambiente Giovanni Romano che ha spiegato che ''il problema, serissimo è nell'attuazione della legge per esclusiva responsabilità dei sindaci che hanno sottovalutato la norma regionale e hanno perso troppo tempo''.

Un atteggiamento ''omissivo'' che è stato ''segnalato alle competenti autorità''.

''La legge regionale deve essere applicata – ha affermato Romano – ed è ovvio che a questo punto si devono creare due organismi previsti dalla legge, gli Ato e gli Sto''.

La difficoltà, dunque, ''è di trovare i rifiuti per far funzionare l'impianto che è pronto per la fase del collaudo''.

''Il Comune di Eboli – ha aggiunto Romano – stranamente non riesce a trovare Comuni che conferiscano i rifiuti necessari per mandare in esercizio l'impianto''.

Una questione che Romano spera sia legata ''solo ed esclusivamente a un difetto di comunicazione… perché spendere 140 euro a tonnellata per portare i rifiuti fuori provincia e non 90 per smaltirli nell'impianto, in casa non trova spiegazioni, a meno che non ci siano interessi inconfessabili che non voglio nemmeno pensare che esistano''.

Infine, l’utilizzo dell’impianto di Eboli, secondo Romano, troverebbe una soluzione di lavoro concreta e non virtuale anche per i dipendenti del Consorzio di Bacino Salerno 2. 

Lascia un Commento