IMOLA – Morto operaio ustionato. Viveva a Sala Consilina

È morto all’ospedale Bufalini di Cesena, dove era stato ricoverato con ustioni sull’80% del corpo, l’operaio marocchino dipendente della Intercantieri di Sala Consilina, rimasto vittima lo scorso 29 dicembre di un infortunio sul lavoro a Imola. L’uomo, 48 anni, risiedeva nella cittadina del vallo di diano. Stava lavorando in un piazzale esterno e per meglio sopportare il freddo aveva utilizzato per scaldarsi un grosso bidone che stava riempiendo di liquido infiammabile. Proprio durante il riversamento del liquido, le fiamme lo avevano investito incendiando la tuta che indossava.

Lascia un Commento