Immigrazione clandestina, due salernitani coinvolti. Il parere del vice questore De Salvo (AUDIO)

Due salernitani, padre e figlio, sono ritenuti a capo di un’organizzazione nazionale che favoriva l’immigrazione clandestina. Questa mattina la Polizia di Stato ha eseguito 11 arresti domiciliari, fra Salerno, Cuneo, Bergamo e Brescia per l’accusa di associazione a delinquere finalizzata a procurare illegalmente, mediante la stipulazione di contratti di lavoro ideologicamente falsi, l’ingresso o la permanenza di stranieri nel territorio Italiano.

I salernitani coinvolti sono un 35enne, praticante avvocato nato a Salerno e residente a Bergamo e il padre 70enne, avvocato residente nel Salernitano.

Sui dettagli dell’operazione Barbara Albero ha ascoltato il vice questore Claudio De Salvo.

Riascolta qui l'intervista 

Intervista De Salvo

Lascia un Commento